Come rassicurare i mercati

Come rassicurare i  mercati e far ripartire l’Italia

 

Considerato che la questione della solvibilità è legata alla valutazione della capacità e della volontà del governo italiano di assicurare equilibri di bilancio nel breve/medio/lungo periodo;

 

tenuto conto che l’azione del Governo è stata caratterizzata dalla  volontà di perseguire obiettivi personali e contemporaneamente di assicurarsi l’appoggio elettorale di alcuni ceti sociali e professionali garantendo loro privilegi, rendite di posizione, sostanziale esenzione da tributi, protezione da controlli  amministrativi e giudiziari, immunità sostanziali;

 

tenuto conto che l’azione del Governo è stata caratterizzata da una sequela di atti volti a ridurre i controlli contabili (Corte dei Conti), mediante normative straordinarie utilizzate in maniera sistematica (vedi ordinanze) , e di legalità (leggi volte a rendere più difficile l’operato della Magistratura) ;

 

risulta necessario non solo un cambio di Governo, ma anche una serie di provvedimenti riguardanti tematiche economiche e non.

 

Tali provvedimenti debbono concernere le spese e le entrate  e debbono mirare non solo al riequilibrio di bilancio corrente ma anche e principalmente a quello di medio e  lungo periodo.

 

In questo senso va garantita la necessaria spesa per investimenti, infrastrutture, innovazione, formazione e ricerca e azioni volte ad assicurare la permanenza in Italia dei giovani ricercatori (ogni ricercatore che emigra è una risorsa costata alla Nazione che produce ricchezza per altri Stati).

 

Tali provvedimenti, per quanto mirati ed efficaci  non potranno scongiurare il fallimento dell’azienda Italia se non verranno adottate anche misure volte alla riduzione dell’evasione fiscale e della concussione/corruzione.

 

Altrettanto necessario risulta un intervento riformatore sul tema della giustizia civile che garantisca la conclusione in tempi ragionevoli delle cause civili. Si deve essere consapevoli del macroscopico danno, anche sul versante dei possibili investimenti da parte di società estere, che il mancato funzionamento della giustizia civile determina.

 

Tutto ciò premesso, si elencano una serie di misure che dovrebbero essere adottate:

 

Sul fronte fiscale  

  • Elevazione dell’aliquota sulle rendite finanziarie alla media europea;
  • ripristino dell’Ici sulle prime case per i titolari di redditi annui superiori ad un determinato importo ( in ip.  duecentomila euro) o possessori di patrimoni superiori ad un determinato importo (in ip. Un milione di euro);
  • ripristino della tassa di successione per assi ereditari superiori   ad un determinato importo (in ip. Un milione di euro);
  • Imposta patrimoniale analoga a quella esistente in paesi europei come la Francia o la Germania;
  • tassazione delle stock options come reddito sulla base dei valori di borsa al 31/12 dell’anno fiscale di riferimento;

 

  • I maggiori introiti derivanti da quanto sopra dovranno, per vincolo legislativo, essere utilizzati per la :
  • riduzione delle aliquote a carico dei titolari di reddito fisso con reddito inferiore a trentamila euro;
  • riduzione Irap legata al numero dei contratti a tempo indeterminato; 
  • aumento delle aliquote fiscali per renderle effettivamente progressive ( chi ha un reddito di 75.000 euro non può avere un’aliquota uguale a chi ha un reddito di 500.000 euro)
  • Tracciabilità dei pagamenti superiori a 200 euro;

 

 

Approvazione di una norma legislativa, da inserire in un secondo momento in Costituzione, che vincoli i condoni fiscali, previdenziali, edilizi a maggioranze parlamentari qualificate (2/3);

 

 

 

Investimenti in infrastrutture

 

  • Annullamento della previsione di costruzione del ponte sullo stretto in favore di opere per la viabilità ferroviaria e stradale in Calabria e Sicilia;
  • rete nazionale in fibra ottica ;
  • incentivazione impianti di produzione di  energia rinnovabile  e della rete di distribuzione efficiente (Grid) ;
  • piano di intervento sul territorio per recupero aree in dissesto idrogeologico;
  • incentivazione recupero aree urbane degradate da destinare a edilizia abitativa economica con contratti d’ affitto, sulla falsariga di quanto fatto in città estere (Parigi, Colonia, ecc)  ; 
  • incentivazioni fiscali per edifici residenziali o adibiti ad attività professionali a bassissimo consumo energetico,
  • trasporto pubblico.

Normative di contrasto alla concussione e corruzione

  • Ripristino della procedibilità di ufficio per il falso in Bilancio;
  • normativa di riduzione pena per chi fra corruttore e concussore denuncia per primo e fornisce prove dell’avvenuto reato e inasprimento della pena per l’altro reo;
  • perdita del diritto di elettorato passivo per chi sia stato condannato anche in primo grado ( ripristino per eventuale assoluzione in appello) e per chi abbia patteggiato una condanna per reati contro la persona, contro il patrimonio e per reati connessi alla funzione pubblica;
  • impossibilità di ricoprire due o più cariche pubbliche (decadenza automatica all’accettazione di una nuova carica);
  • impossibilità di svolgere attività professionale per coloro che svolgono attività di Governo, Parlamentari, Presidenti di regione, Sindaci di città con numero di abitanti > di….;
  • rafforzamento delle autorità  di controllo e normativa che assicuri la loro effettiva indipendenza dalla Politica ;
  • normative volte a ridurre l’area di discrezionalità delle istituzioni in tema di nomine nelle ASl e nei consigli di amministrazione delle società partecipate e nelle banche;
  • riduzione dell’importo per assoggettare gli appalti pubblici a gara (recentemente questo Governo l’ha ulteriormente aumentata);
  • ripristino delle competenze della Protezione Civile ai soli eventi catastrofici: terremoti, inondazioni e simili;  Controllo successivo da parte della Corte dei Conti;
  • portare la Protezione Civile alle dipendenze del Ministero dello Sviluppo (attualmente la Protezione Civile è alle dipendenze della Presidenza del Consiglio (è chiaro il motivo);
  • eliminazione delle normative che hanno ridotto i tempi di prescrizione;
  • riorganizzazione dei tribunali con l’eliminazione di quelli minori, passaggio di personale amministrativo in esubero nelle amministrazioni pubbliche locali ai corrispondenti tribunali ove sotto organico;
  • obbligo per i legali di avere una domiciliazione elettronica in  modo da consentire l’invio di atti, convocazioni, ecc. mediante posta elettronica certificata;
  • sanzioni economiche a carico del ricorrente per cause ”temerarie” .

 

 

Concorrenza e mercati

 

Normativa antitrust sui media e sulla pubblicità che impedisca posizioni dominanti;

 

Liberalizzazioni ordini professionali, vendita farmaci  in grande distribuzione ( con farmacista), assicurazioni, banche, trasporto, energia ecc.

Democrazia e trasparenza

  • nuova legge elettorale che consenta l’espressione di una preferenza e eviti che si possa avere una maggioranza con una percentuale inferiore al 40%;
  • innalzamento del numero di firme necessarie per indire il referendum e validità dello stesso con percentuale di votanti pari o superiore al 40%;
  • referendum propositivi;
  • Finanziamento ai partiti legato all’ adesione ad uno statuto previsto da apposita legge che garantisca la democrazia interna (la percentuale del Pil da destinare ai partiti dovrebbe essere decisa dai cittadini nelle elezioni legislative, la loro ripartizione dovrebbe essere fatta con un meccanismo analogo a quello previsto per il cinque per mille)
  • Certificazione dei  bilanci dei partiti 
  • I dati disaggregati e aggregati dei bilanci, di competenza e di cassa, a ciascun livello istituzionale: nazione, regione, comune debbono essere resi disponibili, in rete,  a ciascun cittadino in maniera tale da consentirne la comprensione;
  • Il contributo all’editoria dovrebbe riguardare solo i quotidiani di informazione ed essere connessa al numero di copie effettivamente vendute e risultanti in bilancio;      
  • verbali sedute assemblee legislative in  rete;
  • sedute in diretta televisiva locale o nazionale.

 

Costi e funzionamento della politica

  • Eliminazione del bipartitismo perfetto;
  • riduzione dei parlamentari;
  • equiparazione normativa previdenziale agli altri lavoratori Inps;
  • eliminazione benefit;
  • accorpamento province e piccoli comuni;
  • presenza assemblee legislative (Nazionale, ragionale, comunale) dal lunedì al giovedì obbligatoria;

 

 Mercato del lavoro

 

  • Riduzione delle tipologie di contratto secondo il principio flessibilità (legata a fattori oggettivi) e non precarietà (la precarietà è una delle ragioni di recessione economica e di aumento delle patologie) ;
  • incentivazione dei contratti di solidarietà nei casi di esuberi e ristrutturazioni;
  • Incentivazione contratti part-time;
  • facoltà per i soggetti che hanno maturato il diritto alla pensione di accedere a forme di lavoro part-time per un periodo di tre anni, usufruendo della corresponsione della pensione in misura ridotta;

 

EUROPA

 

Iniziative volte a integrazione europea in tema di finanza, fisco, politica estera, difesa, immigrazione, lavoro.

 

  • Eurobond;
  • blocco derivati;
  • contrasto alla speculazione sulle materie prime (acquisti solo da aziende utilizzatrici).
Come rassicurare i mercatiultima modifica: 2011-08-08T07:52:00+02:00da reterache
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento