Libia,massacro

Se sei interessato  a ricevere la selezione “giornaliera”di articoli invia la tua richiesta a “reterache@alice.it”

Libia, bombardata Zawia: «Un massacro»
Migliaia di mercenari attaccano gli insorti

Il Mewssagero  24/2/2011

 

 Le milizie di Gheddafi hanno bombardato in mattinata la città di Zawia, nell’ovest della Libia, dove le forze fedeli a Muammar Gheddafi avevano lanciato stamani una offensiva militare. «E’ un massacro, ed è difficile stimare il numero di morti» ha detto un ex ufficiale all’emittente Al Arabiya descrivendo la situazione nella città.

«Stanno bombardando Zawia – racconta un’altra testimone oculare – con tutti i mezzi, con l’artiglieria pesante. Stanno ammazzando le persone che erano in piazza da giorni, armate con solo qualche fucile, stanno ammazzando anche i medici venuti in soccorso C’erano poche persone in piazza, che sono state colte di sorpresa. Gli altri sono usciti quando hanno sentito i bombardamenti e si stanno facendo uccidere come topi in trappola. Il mondo deve fermare Gheddafi, sta facendo una strage prima di andarsene via».

Migliaia di mercenari e fedelissimi armati hanno raggiunto Tripoli
nell’apparente tentativo del leader Muammar Gheddafi di assicurare la difesa della capitale libica. Il rais ha richiamato le forze speciali guidate dai figli, segmenti dell’esercito fedeli alla sua tribù e i loro alleati, mercenari africani addestrati in questi anni e che hanno probabilmente già combattuto in Sudan. La presenza di queste forze è visibile nella capitale, dicono testimoni citati dal New York Times: «Dozzine di posti di blocco sono stati istituiti sulle strade principali da mercenari e uomini in borghese. Chiedono non solo i documenti, ma anche di dimostrare il proprio sostegno a Gheddafi, altrimenti sono problemi».

Libia,massacroultima modifica: 2011-02-24T11:37:16+01:00da reterache
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento