Contro la corruzione

Se sei interessato  a ricevere la selezione “giornaliera”di articoli invia la tua richiesta a “reterache@alice.it”

Una firma contro la Corruzione

Carmine Saviano 7/12/2010

Corrotti. Sessanta miliardi di euro. Secondo la Corte dei Conti è questo il giro d’affari della corruzione in Italia. Una piaga sociale che costa mille euro l’anno a ogni cittadino. Un fenomeno certificato da tante agenzie internazionali. Secondo la classifica stilata da Transparency International, il Belpaese è al 67° posto per trasparenza nelle decisioni pubbliche. Inoltre, tra i paesi dell’Unione Europea, l’Italia è davanti solo a Grecia, Bulgaria e Romania. E secondo un sondaggio condotto da Eurobarometro, il 17% degli italiani si è sentito chiedere, almeno una volta, una tangente.

Da Tangentopoli a Confiscopoli. Dati non incoraggianti, che hanno spinto le associazioni Libera e Avviso Pubblico a lanciare, una campagna di informazione e sensibilizzazione. Tra le tante iniziative anche una raccolta di firme “per seppellire la corruzione”. E per chiedere al Presidente della Repubblica di intervenire affinché Governo e Parlamento diano “attuazione alla norma già prevista nella finanziaria 2007 per la confisca e il riutilizzo sociale dei patrimoni sottratti ai corrotti”. L’obiettivo è raggiungere, in un mese, un milione e mezzo di adesioni.

Cose semplici. Per don Luigi Ciotti, presidente di Libera, “mentre la corruzione dilaga, la giustizia arretra: il numero delle condanne è crollato. Erano state, per corruzione e concussione, 512 nel 2001. Sono diventate 255 nel 2008″. Il punto è adeguare la normativa italiana alle leggi internazionali. Per questo, ricorda don Ciotti, basterebbe fare “cose semplici: in primo luogo, la ratifica della convenzione di Strasburgo del 1999 che prevede l’introduzione nel nostro codice di delitti come il traffico di influenze illecite, la corruzione tra privati e l’autoriciclaggio”. E poi “modificare i termini di prescrizione e introdurre la figura del collaboratore di giustizia anche per i reati di corruzione”.

Contro la corruzioneultima modifica: 2010-12-08T14:11:00+01:00da reterache
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento